Trame, orditi e fantasia con l'amore per la tradizione ed un pizzico di modernità!!!!!


Chiacchierino

Chiacchierino

Il “Chiacchierino” è una tecnica di lavorazione artigianale che permette la realizzazione di pizzi e merletti.
Le sue origini sono antichissime e persino nelle tombe Egiziane furono ritrovate delle frange di pizzo eseguite con questa tecnica. Partito dall’Oriente, si è propagato in tutto il mondo conseguendo il suo maggiore successo durante il periodo Elisabettiano tra la fine del 1600 e la prima metà del 1700.
L’elemento base del merletto chiacchierino è il nodo doppio. Esso è un semplice nodo che è eseguito in due riprese servendosi di un piccolo arnese chiamato ”navetta” o “spoletta”. All’interno della navetta vi è un piccolo perno con un forellino, nel quale si passa il filo che è avvolto intorno al perno stesso. Il filo deve essere liscio, resistente ed a torsione lenta o media.
La lavorazione del chiacchierino è eseguita sia con una sola navetta sia con due. Nel primo caso si vengono a formare degli anelli, nel secondo dei semicerchi o archi. Dalla più svariata e diversa combinazione degli archi e degli anelli tra loro, nasce il pizzo chiacchierino.
Ornamenti caratteristici del chiacchierino sono i “pippiolini” o “picot” che sono tratti di filo sospesi fra l’ultimo nodo doppio eseguito e il successivo. Essi, oltre ad una funzione estetica ed ornamentale, sono necessari per congiungere gli anelli e gli archi tra loro.
Con la tecnica del chiacchierino si possono realizzare centrini, pizzi di finitura, guarnizioni per abiti, corredino per bambini, arredi per la casa, gioielli, quadri, segnalibri. Dando corpo alla propria fantasia, si possono creare figure di fiori, d’animali, cuori e qualunque altra cosa creativa che esprima la propria personalità.